Da più di trent’anni, ogni mattina, si accendono le luci dei nostri Store.

Su le saracinesche, un’occhiata al meteo, giusto per sapere se da qualche parte su questa Terra nevica, fa vento o sta entrando l’onda perfetta, e poi immergersi nel lavoro, anche se è qualcosa di molto diverso da ciò che comunemente le persone chiamano “lavoro”.

Certo, se parliamo di fatture, scatoloni, corrieri e bollette, stiamo sicuramente parlando di lavoro. Se decidiamo per un solo momento di chiamare “merce” ciò che vendiamo sui nostri scaffali o discutiamo immersi tra numeri che tengono svegli, allora si che stiamo parlando di lavoro.

Tutto questo è invece molto di più. Quello che oggi è il nostro “lavoro”,  nasce da una scelta coraggiosa di trent’anni fa che ribadiamo ogni anno, anche quando la strada più semplice sembra quella di mollare tutto e tornare a scatenare l’amore per la neve o il vento nel weekend.

È scegliere di vivere in questo mondo prima che fosse una moda, e continuare a farlo anche quando la moda passerà.

È averle viste tutte: invenzioni, idee, trovate ai limiti dell’assurdo di chi questo mondo l’ha cambiato per sempre… e di chi ci prova ogni giorno.

È vivere il “live the search”, motivati, interessati. Sempre.

È aspettare Santo Stefano per godersi una bella ridata sulla neve senza pensieri, e fare quello che più ci fa stare bene.

Alla fine è sempre e solo PASSIONE, e la scegliamo tutti i santi giorni.

Ed è bellissimo.

On board since 1982.